Archivio della categoria: Uncategorized

Multiculturita Europe Contest 2016. I finalisti.

logo multiculturitaEcco i quattro gruppi finalisti della V edizione del Multiculturita Europe Contest organizzato dall’associazione Multiculturita J.S. con il coordinamento artistico di Alceste Ayroldi.
Le finali si terranno nei giorni 7 e 8 luglio a Capurso (inizio ore 20.15, presso il sagrato della Reale Basilica, ingresso libero).

Il 7 luglio finale Esordienti:

  • Le Scat Noir
    (Natalia Abbascià, voce e violino; Ginevra Benedetti, voce; Sara Tinti, voce e pianoforte)
  • Three Floors Down
    (Ramona Schino, voce; Fabio Prota, pianoforte, Giulio Scianatico, contrabbasso, Fabio Delle Foglie, batteria)

L’8 luglio finale Seniores:

  • Daniela Spalletta & Urban Fabula
    (Seby Burgio, pianoforte; Alberto Fidone, contrabbasso; Peppe Tringali, batteria)
  • Markevans Trio
    (Francesco Savino, batteria; Giuseppe Tredanari, basso elettrico; Francesco Ricchetti, pianoforte elettrico).

La giuria sarà composta da:

  1. Michele Laricchia, ideatore del Multiculturita SJF
  2. Alceste Ayroldi, coordinatore artistico contest, critico musicale, docente
  3. Marco Losavio, webmaster Jazzitalia
  4. Antonio Delvecchio, discografico
  5. Emanuele Dimundo, direttore artistico (Beat Onto Jazz Festival)
  6. Antonello Boezio, musicista e didatta (Music Academy Bari)
  7. Giuseppe Bolognini, musicista e didatta (Music Academy Bari)

Alceste Ayroldi
Coordinatore Artistico
Multiculturita Europe Contest
339/2986949

Comunicato Stampa “Multiculturita Art Contest” 2016

multiculturita jazz night
MULTICULTURITA “ART CONTEST” 2016

Concorso di arte pittorica a cura dell’associazione Multiculturita Jazz Society

Premio pittura “Musica nell’Arte Visiva”

Prima edizione del Multiculturita Art Contest, organizzato dall’associazione Multiculturita Jazz Society e con la direzione artistica di Rocco De Sario, che coinvolge tutti gli artisti di arti visive che abbiano compiuto il diciottesimo anno di età. Il tema del concorso è: “Capurso invita al jazz”.

L’associazione Multiculturita Jazz Society, presieduta da Giacomo Santorsola, organizza e promuove la I edizione del Multiculturita Art Contest, con la direzione artistica di Rocco De Sario.
Il tema del concorso è: “Capurso invita al jazz”. Possono partecipare al Multiculturita Art Contest 2016 tutti gli artisti di tutte le nazionalità  che abbiano compiuto i 18 anni. Ogni artista può partecipare al MAC con un’opera pittorica  in piena libertà stilistica e tecnica e su qualsiasi supporto. Le dimensioni massime sono 120 cm x 120 cm (con o senza cornice) dotati di solida attaccaglia e senza vetro. Per partecipare alla selezione del MAC bisogna compilare la scheda e inviarla via e-mail a info@multiculturita.it e mac.evento2016@gmail.com con una foto dell’opera, in formato JPG  in alta risoluzione adatta alla stampa (300 dpi). Tutte le opere giunte via e mail  (scheda di partecipazione più foto dell’opera) saranno sottoposte al giudizio di una giuria che attraverso una selezione designerà i 21 artisti che parteciperanno al contest e che potranno aggiudicarsi i premi in palio. Tutte le foto ricevute verranno pubblicate sul sito multiculturita.it. Gli artisti daranno il consenso alla pubblicazione e le stesse potranno essere utilizzate da Multiculturita Jazz Society, per le varie iniziative proposte.
Il termine ultimo di iscrizione alla selezione al concorso e relativo invio di foto più scheda di partecipazione debitamente compilata è il 16 giugno 2016.
Il primo classificato, riceverà un premio di 200,00 € – targa – attestato di partecipazione; il secondo e terzo classificato, riceveranno una targa e attestato di partecipazione. Tutti i finalisti riceveranno un attestato di partecipazione.
I Premi saranno conferiti la sera del 9 luglio 2016 sul palco del Multiculturita Jazz Village.

Info: www.multiculturita.it – mac.evento2016@gmail.com

Multiculturita Art Contest 2016. Concorso di arte pittorica.

mac

 

Premio pittura “Musica nell’arte visiva”

Tema:
“Capurso invita al Jazz”

Premi:

  • 1 “Premio assoluto”
  • 2 premi “Piazzamento Collettiva”
  • 18 “riconoscimenti Collettiva”

 

Direzione artistica:
Rocco De Sario
roccodsmail@libero.it

Regolamento

0_ Possono partecipare al Multiculturita Art Contest 2016 (d’ora in poi MAC) tutti gli artisti di tutte le nazionalità che abbiano compiuto i 18 anni. Ogni artista può partecipare al MAC con un’opera pittorica in piena libertà stilistica e tecnica e su qualsiasi supporto. Le dimensioni massime sono 120 cm x 120 cm (con o senza cornice) dotati di solida attaccaglia e senza vetro. Il tema è: “CAPURSO INVITA AL JAZZ”.

1_ Per partecipare alla selezione del MAC bisogna compilare la scheda e inviarla via e-mail a info@multiculturita.it e mac.evento2016@gmail.com con una foto dell’opera, in formato JPG in alta risoluzione adatta alla stampa (300 dpi).

1_1_ Il termine ultimo di iscrizione alla selezione al MAC e relativo invio di foto più scheda di partecipazione debitamente compilata è il 16 giugno 2016.

1_ 2_ Tutte le opere giunte via e mail (scheda di partecipazione più foto dell’opera) saranno sottoposte al giudizio di una giuria che attraverso una selezione designerà i 21 artisti che parteciperanno al contest e che potranno aggiudicarsi i premi in palio.

2_ Tutte le foto ricevute verranno pubblicate sul sito multiculturita.it. Gli artisti daranno il consenso alla pubblicazione e le stesse potranno essere utilizzate da Multiculturita Jazz Society, per le varie iniziative proposte.

3_ Le opere sul sito internet rimarranno pubblicate in archivio senza limiti di tempoPer ogni opera in concorso sarà realizzata una scheda, contenente l’immagine e brevi note dell’artista. Coloro che non daranno il consenso alla pubblicazione on-line sono comunque ammessi al MAC.

4_ Il primo classificato, riceverà un premio di € 200,00, una targa e un attestato di partecipazione.

4_1_ Il secondo e terzo classificato, riceveranno una targa e un attestato di partecipazione.

4_2_  Tutti i finalisti riceveranno un attestato di partecipazione.

4_3_ I premi saranno conferiti la sera del 9 luglio 2016 sul palco del Multiculturita Jazz Village.

5_ La partecipazione al MAC  comporta l’accettazione del presente regolamento e l’autorizzazione al trattamento dei dati personali ai sensi della legge 675/96 e successive modifiche D.lgs.196/2003.

6_ La Giuria del Multiculturita Art Contest è composta dal comitato critico MAC, che sceglierà le opere vincitrici e il suo giudizio sarà insindacabile e inoppugnabile in fase di selezione e premiazione.

7_ Consegna, spedizione, restituzione e assicurazione delle opere per il contest sono a carico degli artisti. MAC pur avendo la massima cura e custodia delle opere pervenute, declina ogni responsabilità per eventuali furti, incendi o danni di qualsiasi natura alle opere che possono verificarsi durante le fasi della manifestazione. Ogni eventuale richiesta di assicurazione va sottoscritta dall’artista stesso.

7_1_ Dopo la consegna, le opere non potranno essere ritirate per tutto il periodo del Contest. Il ritiro potrà avvenire al termine della cerimonia di premiazione oppure entro due giorni lavorativi successivi alla gara, previo appuntamento telefonico. A richiesta, le opere ricevute tramite corriere potranno essere rispedite con lo stesso mezzo a spese dell’artista; in tal caso l’imballo di spedizione deve essere riutilizzabile per la restituzione.

8_ Il verdetto della giuria per l’ammissione dei 21 artisti selezionati per il MAC sarà emesso l’1 luglio 2016. Gli artisti riceveranno comunicazione della selezione.

Del Multiculturita Art Contest, delle opere, di tutti i suoi partecipanti, e dei suoi vincitori verrà dato ampio risalto sulla stampa, sul sito ufficiale www.multiculturita.it e sui social gestiti dall’associazione Multiculturita J.S.

SCARICA LA SCHEDA DI PARTECIPAZIONE MAC

“Jazz Night”. L’opera dell’artista Catia Cavone per il cartellone del Multiculturita 2016.

multiculturita jazz nightJAZZ NIGHT
Se non sai cos’è ….. allora è Jazz (Satchmo)
Acrilico su tela – 80×80 cm – Anno 2014

Quest’opera vuole documentare un’ottica nuova e originale dell’umano verso la musica e la spiritualità che ne scaturisce.
E’ uno spaccato di vita quotidiana che funge da mediazione tra le relazioni umane generate sin dalle prime luci dell’alba sino alla notte.
Lo fa partendo da emozioni di sapore storico che collocano l’azione all’interno di un locale notturno nel sud degli Stati Uniti negli anni ‘30, in cui ha preso vita il Jazz; fortemente voluti sono i riferimenti alla staticità di Edward Hopper che contrastano con il coinvolgimento evocativo dei sensi come quello dell’udito.
Difatti l’intenzione è quella di generare i suoni inconfondibili di questo quasi «irreale» genere musicale, nella mente del fruitore dell’opera.

ABSTRACT

Catia Cavone, nasce a Bari nel 1969, segue corsi di architettura e grafica a Venezia.
Grafico pubblicitario di professione e pittrice per vocazione, dal 2011 si occupa prevalentemente di pittura ed installazioni producendo opere personali e curando eventi d’arte e presentazione di libri quale ad esempio «Sotto il segno della Bilancia» di Fabio de Nunzio.
Nel 2005 si trasferisce a Cannes, Costa Azzurra, ove produce dipinti ed espone al pubblico, maturando una importante esperienza artistica.
Da quel momento riprende l’attività artistica a cui seguiranno importanti esposizioni in Italia e all’estero (Londra e Tirana).
Nel 2015 riceve il “primo premio ex aequo d’arte informale d’avanguardia «il bicchiere comune» della vita notturna più di ieri meno di domani nell’era del 2.0” – Concorso Solito Posto||Solita ora – Il bicchiere comune nell’era del 2.0 organizzato dalla Galleria d’Arte Internazionale Globalart di Noicàttaro

Storie di Vinile speciale “International Jazz Day” e il ritorno del Mario Rosini Trio.

vinile 2 jfkrosini trioSabato 30 aprile (inizio ore 20.30) presso il Jfk di Capurso (via Epifania 20), secondo appuntamento con Storie di Vinile che celebra l’International Jazz Day in novanta minuti tra musica, parole, libri, arte ed enogastronomia. Novanta minuti dedicati a tre dischi e cinque autori, tre dei quali  ospiti del Multiculturita Summer Jazz Festival: Pat Metheny, Marcus Miller, Arturo Sandoval. L’anno di riferimento sarà il 1986 con Song X (Pat Metheny e Ornette Coleman), Tutu (Miles Davis e Marcus Miller), Tumbaito (Arturo Sandoval).
Al termine, concerto del Mario Rosini Trio, che attraverserà il mondo del soul e degli standard jazz. In scena: Mario Rosini (piano e voce), Paolo Romano (contrabbasso), Mimmo Campanale (batteria).
Durante la serata sarà presentata l’opera pittorica dell’artista capursese Catia Cavone dal titolo Jazz Night, che rappresenterà il manifesto dell’edizione 2016 del Multiculturita SJF.
Inoltre, saranno illustrati i contenuti della prima edizione del MAC: Multiculturita Art Contest.
Per l’occasione, l’innovativo progetto ideato da Michele Laricchia con l’ausilio di Vito Prigigallo e Luca Basso, e organizzato dall’amministrazione comunale di Capurso in collaborazione con l’associazione culturale Multiculturita J.S. presieduta da Giacomo Santorsola, si svolgerà a Capurso presso il JFK al fine di consentire un’ampia degustazione di prodotti enogastronomici tipici capursesi.

Ticket all inclusive: 15 euro. Si consiglia la prenotazione.

Infotel: 080.4559452; www.multiculturita.it

L’ultimo incontro con la trilogia Storie di Vinile sarà il 27 maggio e verterà su Pino Daniele.  

Alceste Ayroldi per Multiculturita J.S. 

Storie di vinile: si parte il 18 marzo. Multiculturita c’è!

heroes

Tre appuntamenti con il vinile: tra musica, parole, libri, arte ed enogastronomia. Novanta minuti dedicati a un disco, al suo autore, alla storia. L’innovativo progetto ideato da Michele Laricchia con l’ausilio di Vito Prigigallo e Luca Basso, e organizzato dall’amministrazione comunale di Capurso in collaborazione con l’associazione culturale Multiculturita J.S. presieduta da Giacomo Santorsola, si svolgerà a Capurso, presso la biblioteca comunale “D’Addosio”.
Tre gli incontri: 18 marzo, 30 aprile (in occasione dell’International Jazz Day) e 27 maggio.
Il primo appuntamento è venerdì 18 marzo (inizio ore 20) con David Bowie. Si partirà dall’album Heroes, vinile pubblicato nel 1977, per parlare della trilogia berlinese dell’artista britannico. La musica come colonna sonora di un periodo, aneddoti, storie, libri e tanto altro, per raccontare i più grandi successi del Duca Bianco.
Ospiti della serata: Luca Basso, autore, cantante e giornalista; Vito Prigigallo, giornalista de La Gazzetta del Mezzogiorno; Michele Laricchia, direttore artistico del Multiculturita Summer Jazz Festival, vicesindaco del comune di Capurso; Alceste Ayroldi, critico musicale e saggista.
Per l’occasione l’organizzazione consegnerà un buono per l’acquisto di un disco in vinile a ciascuna delle prime tre persone che si presenteranno nella serata del 18 marzo nella biblioteca comunale di Capurso con Heroes in versione vinile.
Il 30 aprile l’appuntamento sarà dedicato al jazz, con particolare riferimento a: Pat Metheny, Marcus Miller e Arturo Sandoval, già ospiti in differenti edizioni del Multiculturita Summer Jazz Festival.
Il 27 maggio, invece, sarà di scena Pino Daniele con l’album Nero a metà.
Ingresso libero fino a esaurimento posti.
Informazioni. Ufficio cultura comune di Capurso: 080.4551124.

Alceste Ayroldi
per Multiculturita J.S.

MULTICULTURITA “EUROPE CONTEST” V EDIZIONE

logo multiculturita

Il Multiculturita Jazz Festival festeggia il quattordicesimo anniversario varando la V edizione del Multiculturita “Europe Contest”, che presenta numerose novità rispetto alle precedenti edizioni, come la suddistinzione in due categorie e due serate finali. Le selezioni saranno curate da una giuria di esperti che annuncerà i due finalisti. La scadenza per la presentazione delle domande è fissata al 24 aprile 2016.
Quattordici anni di jazz, blues, soul, funky, R&B per il Multiculturita Summer Jazz Festival, ideato da Michele Laricchia, organizzato e promosso dall’omonimo sodalizio capursese, sotto la presidenza di Giacomo Santorsola. Il genetliaco è la giusta occasione per dare voce alla V edizione del Multiculturita “Europe Contest”, organizzato dall’associazione Multiculturita J.S., con la direzione artistica di Michele Laricchia e il coordinamento artistico di Alceste Ayroldi, che anno dopo anno, si attesta tra le competizioni musicali più seguite nella Penisola.
Le principali novità riguardano l’introduzione di due sezioni; le giornate dedicate alle finali saranno due; l’organizzazione si farà carico delle spese di viaggio e ospitalità dei gruppi finalisti.
Obiettivo del concorso è promuovere progetti musicali innovativi nell’ambito della musica afroamericana (jazz, blues, funky, soul, rhythm and blues, fusion) , fornendo a talenti e gruppi emergenti l’opportunità di esibirsi di fronte a una giuria composta da musicisti professionisti e critici di settore, direttori artistici, oltre al pubblico. Il Multiculturita “Europe Contest” intende così promuovere la cultura e la pratica della musica afroamericana sul territorio e dare visibilità a giovani impegnati nella ricerca e nello sviluppo stilistico ed esecutivo di tale musica.
Possono partecipare, solisti, gruppi, band, ensemble, la cui età non superi il trentacinquesimo anno. Nel caso dei gruppi (anche band o ensemble), si intende che l’età media non superi il trentacinquesimo anno di età. In particolare, sono previste due sezioni: la prima riservata a gruppi o solisti che abbiano già all’attivo uno o più lavori discografici; sezione che sarà denominata “Seniores”. Altra sezione, riservata a gruppi o solisti che non hanno all’attivo lavori discografici distribuiti; sezione che sarà denominata “Esordienti”. Il limite di età come sopra descritto, permane per entrambe le sezioni. La partecipazione al concorso è totalmente gratuita.
I premi: Euro 800,00 per ogni vincitore assoluto di sezione; per il II° Classificato di ogni sezione è prevista una targa.
A partire da questa edizione, inoltre, saranno a carico dell’organizzazione le spese di viaggio opportunamente documentate e l’ospitalità per i quattro gruppi finalisti.
I gruppi che intendano partecipare dovranno inoltrare, a mezzo Poste Italiane o corriere, entro e non oltre il termine di adesione, fissato al 24 aprile 2016, la seguente documentazione:
a) Il modulo di iscrizione completo di liberatoria, allegato al presente regolamento e scaricabile dal sito www.multiculturita.it debitamente compilato e sottoscritto; ovvero potrà essere richiesto via email al seguente indirizzo: aayroldi@jazzitalia.net
b) Due copie identiche di un CD contenente i brani musicali (almeno 4) liberamente scelti, che permetteranno una adeguata valutazione per l’ammissione al concorso. In alternativa, i supporti audio potranno pervenire in formati differenti ed essere inviati via email per poter effettuare il download da parte dell’organizzazione.
c) Il nome, dettagli anagrafici e recapiti telefonici, indirizzo mail del responsabile del gruppo o del musicista solista.
d) Un curriculum artistico aggiornato, con materiale fotografico (min. 4 immagini) di buona qualità.
Il materiale dovrà essere inviato a mezzo posta all’indirizzo: Multiculturita, Via S. Onofrio 18, Capurso (Ba).
Tutti i progetti che parteciperanno alla kermesse saranno presentati sul portale Multiculturita.it. Una giuria formata dal direttore artistico, dal coordinatore artistico, da un discografico e da un critico musicale, selezioneranno i due finalisti (gruppi o solisti). I risultati della selezione, con il calendario delle esibizioni, saranno resi noti entro il 20 maggio 2016, tramite pubblicazione sul sito multiculturita.it e/o telefonicamente o via mail, ai responsabili dei gruppi selezionati.
La giuria degli esperti che procederanno alle eliminatorie sarà composta dal direttore artistico, dal coordinatore artistico, da un operatore commerciale del settore discografico, da un direttore artistico di club e/o rassegna e da un produttore discografico.
Mentre, la Giuria della serata finale sarà composta da: 1) direttore artistico; 2) coordinatore artistico; 3) due critici musicali di chiara fama; 4) n.2 direttori artistici di famosi jazz club e/o festival o rassegne nazionali; 5) n. 1 produttore discografico; 6) n.1 direttore di una scuola di musica di levatura nazionale.
Il concorso godrà di una promozione su stampa nazionale e locale a cura dell’organizzazione.
Info: www.multiculturita.itmic.laricchia@gmail.com; aayroldi@jazzitalia.

SCARICA IL Bando di concorso Multiculturita Europe Contest 2016
SCARICA modulo di richiesta di partecipazione multiculturita contest 2016

Alceste Ayroldi
Coordinatore Artistico
Multiculturita “Europe Contest” II edizione
339/2986949

Multiculturita Summer Jazz Festival 2015. Si parte con Verna Trio e Desidery Quartet.

Armanda_Desidery

Si apre il 13 luglio la tredicesima edizione del Multiculturita SJF con un occhio di riguardo alla musica italiana. Doppio set per la serata inaugurale con il trio pugliese del cantautore Pietro Verna e, a seguire, la pianista partenopea Armanda Desidery che presenterà il suo primo lavoro discografico da leader Blackmamba, in anteprima per la Puglia. Solo per la serata d’apertura il festival avrà sede nel chiostro della Reale Basilica. Ingresso ore 20.45, inizio concerti ore 21.
Il doppio tredici porta bene. La tredicesima edizione del Multiculturita Summer Jazz Festival, ideato da Michele Laricchia e organizzato dall’associazione Multiculturita JS, con il contributo e il patrocinio del Comune di Capurso e della Regione Puglia e con il supporto promozionale di Jazzitalia, ha inizio lunedì 13 luglio con un doppio set: il primo set sarà appannaggio del trio pugliese del cantautore Pietro Verna. Il suo trio è completato da Andrea Campanella, al clarinetto e sax, e Francesco Galizia alla fisarmonica.
A seguire il nuovissimo progetto – inedito in Puglia – della pianista napoletana Armanda Desidery. Il quartetto è completato da Giulio Martinoai sassofoni tenore e soprano, Antonio De Luise al contrabbasso e Gianluca Brugnano alla batteria. Armanda Desidery presenterà il suo primo lavoro discografico Blackmamba, edito dalla pugliese Fo(u)r Records. Un disco di brani originali, tutti firmati dalla pianista, che coniugano tutti i linguaggi padroneggiati dalla Desidery: dal modern mainstream con tinte di blues, accenti nordeuropei dal sapore classico e qualche spruzzata di latin.
Armanda Desidery, ha collaborato per lungo tempo con il maestro Roberto De Simone. Inoltre, ha suonato con e per Angela Luce, Bruno Biriaco, Daniele Sepe, Marco Sannini e con il regista Vincenzo Salemme. Nell’ambito cinematografico, ancora, ha collaborato con il regista Mario Martone ne I Dieci Comandamenti.
Per questa serata l’ingresso è gratuito e libero fino ad esaurimento posti.
Si rammenta il biglietto di ingresso è di 10 euro per i concerti di Antonio Sanchez Quartet e Simona Bencini Jazzin’ On The Dancefloor. L’abbonamento di euro 15 dà diritto all’accesso per tutte le serate con posto a sedere riservato. I concerti del 13 e 15 luglio sono a ingresso libero fino a esaurimento posti.
Il 14 luglio sarà in scena (presso i giardini comunali) il quartetto di Antonio Sanchez.

Info: 347.6504664080.4553238

Prevendite:
Centro Musica, Corso Vittorio Emanuele n. 165/C – Bari
Box Office c/o Feltrinelli Libri e Musica, via melo n. 119 – Bari
Libreria La Sapientia, via Madonna del Pozzo n. 43 – Capurso
Tabaccheria Nitti , via Lattanzio – Capurso

Multiculturita Summer Jazz Festival 2015: il cartellone.

antonio sanchez

13 luglio – ore 20.30  Chiostro Reale Basilica S. Maria del Pozzo
I set – Pietro Verna Trio
Pietro Verna, chitarra e voce
Andrea Campanella, clarinetto e sax
Francesco Galizia, fisarmonica

II set – Armanda Desidery Quartet – ore 21.30
Armanda Desidery, pianoforte
Giulio Martino, sassofoni
Antonio De Luise, contrabbasso
Gianluca Brugnano, batteria

14 luglio – ore 21 – Giardini Comunali (piazza Giacomo Matteotti, Capurso)
Antonio Sanchez Quartet feat. Seamus Blake
Antonio Sanchez, batteria
Seamus Blake, sassofono tenore
John Escreet, pianoforte
Mat Brewer, contrabbasso

15 luglio – ore 20.45 – Giardini Comunali (piazza Giacomo Matteotti, Capurso)

Finale Multiculturita Europe Contest
a seguire Nicola Pannarale Quartet
Nicola Pannarale, pianoforte
Giorgio Vendola, contrabasso
Gianfranco Menzella, sax
Alessandro Campobasso, Batteria

16 luglio – ore 21.00 – Giardini Comunali (piazza Giacomo Matteotti, Capurso)

Simona Bencini Jazzin’ On The Dancefloor
Simona Bencini, voce
Tony Casuscelli, pianoforte e tastiere
Luca Giugno, chitarra
Massimo Scoca, contrabbasso
Martino Malacrida, batteria

Il Multiculturita SJF fa tredici! Si svolgerà dal 13 al 16 luglio la tredicesima edizione del Multiculturita Summer Jazz Festival che, come sempre, ha un occhio di riguardo al jazz italiano che sarà rappresentato da due splendide ed eccellenti musiciste: la pianista partenopea Armanda Desidery e la ben nota vocalist Simona Bencini. Fiore all’occhiello della kermesse capursese è il quartetto di Antonio Sanchez che si esibirà il 14 luglio. Inoltre, IV edizione del Multiculturita Europe Contest che assegnerà due premi in denaro e che quest’anno ha registrato la partecipazione di ben ventinove gruppi. Tutti gli appuntamenti si terranno nella ubertosa location dei giardini comunali, fiore all’occhiello degli arredi urbani di Capurso, fatta eccezione per la serata iniziale che si svolgerà nel chiostro della Reale Basilica. Ingresso ore 20.45, inizio concerti ore 21.

Quattro intense serate per sette concerti: ecco in nuce la XIII edizione del Multiculturita Summer Jazz Festival, che si terrà a Capurso (Giardini Comunali, piazza Matteotti) dal 13 al 16 luglio. Festival ideato da Michele Laricchia e organizzato dall’associazione Multiculturita JS, con il contributo e il patrocinio del Comune di Capurso e della Regione Puglia e con il supporto promozionale di Jazzitalia.
Nelle precedenti edizioni, la kermesse capursese si è sempre contraddistinta per aver portato in Puglia progetti innovativi ed esclusivi, come: Pat Metheny e Brad Mehldau Quartet, Enrico Rava, Rossana Casale, Danilo Rea, Funkoff, Goodfellas, Nick The Nightfly, Sarah Jane Morris e Montecarlo Orchestra, Tullio De Piscopo, Peppe Servillo, Abraham Inc., Manu Katchè, Bill Evans e Robben Ford, Mina Agossi, Quintorigo, Arturo Sandoval, Marcus Miller, The Manhattan Transfer, Gino Paoli, Stefano Bollani, Stefano Di Battista, Billy Cobham, Ana Maria Jopek, Pino Minafra Minafric, Roy Paci, Doctor 3, tra i tantissimi musicisti che vi hanno preso parte.
Tutti i concerti si terranno presso i Giardini Comunali (piazza Matteotti, Capurso) e avranno inizio alle ore 21 (ingresso 20.45), fatta eccezione per la serata di apertura che si terrà nel chiostro della Basilica di Santa Maria del Pozzo (13 luglio, ore 20.30) e per la finalissima del contest che partirà alle 20.30 (15 luglio).
Si inizia lunedì 13 luglio con un doppio set: il primo set sarà appannaggio del trio pugliese del cantautore Pietro Verna. Il suo trio è completato da Andrea Campanella, al clarinetto e sax, e Francesco Galizia alla fisarmonica.
A seguire il nuovissimo progetto – inedito in Puglia – della pianista napoletana Armanda Desidery. Il quartetto è completato da Giulio Martino ai sassofoni tenore e soprano, Antonio De Luise al contrabbasso e Gianluca Brugnano alla batteria. Armanda Desidery presenterà il suo primo lavoro discografico Blackmamba, edito dalla pugliese Fo(u)r Records. Un disco di brani originali, tutti firmati dalla pianista, che coniugano tutti i linguaggi padroneggiati dalla Desidery: dal modern mainstream con tinte di blues, accenti nordeuropei dal sapore classico e qualche spruzzata di latin.
Martedì 14 luglio il palco dei giardini comunali capursesi ospiterà uno tra i migliori batteristi della scena jazzistica mondiale: Antonio Sanchez. Quattro volte vincitore di Grammy Award, Antonio Sanchez è considerato da molti critici e musicisti come uno dei batteristi, bandleader e compositori più interessanti della sua generazione. Compare in un centinaio di album, ha suonato e registrato con alcuni dei più grandi nomi del jazz, tra cui Chick Corea, Michael Brecker, Charlie Haden, Gary Burton e Toots Thielmans. E’ il batterista di ruolo di Pat Metheny (20 Grammy vinti). Collabora regolarmente con musicisti come Joshua Redman, Chris Potter, Christian McBride, John Patitucci, Donny McCaslin, Danilo Perez, David Sanchez, Paquito D’Rivera, Kenny Werner, Marcus Roberts, Avishai Cohen, Dee Dee Bridgewater, Dianne Reeves, Miguel Zenon, Scott Colley, solo per citarne alcuni. La continua ricerca musicale lo ha spinto a comporre e porsi come leader di progetti e formazioni proprie. Al Blue Note sarà accompagnato dalla sua Migration Band. Nel 2013 Sanchez è stato invitato dal regista Alejandro Gonzales Inarritu (Amores Perros, 21 grammi, Babel, Biutiful) per creare la colonna sonora originale di “Birdman”, vincitore di 4 premi Oscar durante l’ultima cerimonia di premiazione. Il musicista messicano, che sarà sul palco con una terna di musicisti d’altissimo profilo: Seamus Blake al sassofono tenore, John Escreet al pianoforte e Mat Brewer al contrabbasso, presenterà il suo ultimo album Migration.
Mercoledì 15 luglio sarà la volta della finalissima del Multiculturita Europe Contest IV edizione, con il coordinamento artistico di Alceste Ayroldi. Le fasi preliminari del contest hanno visto la partecipazione di ben diciotto gruppi, tutti d’ottimo livello. Questi i due gruppi che disputeranno la finale: Barn Collective (Fabrizio Savino, chitarra; Mike Rubini, sassofoni; Luca Alemanno, contrabbasso; Francesco Ciniglio, batteria) Puglia; Stablemates Trio (Onofrio Paciulli, pianoforte; Fabio Lopez, contrabbasso; Antonio Ninni, batteria). Al primo classificato andrà un premio in denaro di euro 1.000; il secondo classificato riceverà un premio in denaro di euro 500.
La giuria sarà così composta: Emanuele Dimundo, direttore artistico Beat Onto Jazz Festival; Fabrizio Versienti, giornalista e critico musicale (Corriere del Mezzogiorno, Musica Jazz); Ugo Sbisà, giornalista de La Gazzetta del Mezzogiorno, docente di storia ed estetica della musica jazz; Antonio Delvecchio, produttore discografico Fo(u)r Edition; Marco Losavio, publisher Jazzitalia; Ignazio De Stena (direttore artistico Enoteca De Astis Molfetta, consulente The Empty Space, Molfetta); Michele Laricchia, ideatore Multiculturita SJF; Alceste Ayroldi, coordinatore artistico contest, critico musicale, docente; Antonello Boezio, musicista, direttore della sede di Bari di Music Academy; Giuseppe Bolognini, musicista e docente.
Dopo l’esibizione dei due gruppi finalisti (della durata di circa trenta minuti cadauno), nelle more della decisione della giuria, lo stage sarà appannaggio del gruppo vincitore dell’edizione 2013 del Basilijazz Festival, Nicola Pannarale Quartet: Nicola Pannarale (pianoforte), Francesco Lomangino (sax tenore, flauto), Michele Maggi (contrabbasso), Alessandro Campobasso (batteria).
Giovedì 16 luglio, la XIII edizione del Multiculturita Summer Jazz Festival chiuderà i battenti con l’esplosivo progetto di Simona Bencini Jazzin’ On The Dancefloor. La cantante dei Dirotta su Cuba reinterpreterà in chiave jazz i più grandi successi del favoloso quinquennio della disco music che va dal 1975 al 1980. Con lei sul palco ci saranno Tony Casuscelli al pianoforte e alle tastiere, Luca Giugno alla chitarra, Massimo Scoca al contrabbasso e Martino Malacrida alla batteria.
Il biglietto di ingresso è di 10 euro per i concerti di Antonio Sanchez Quartet e Simona Bencini Jazzin’ On The Dancefloor. L’abbonamento di euro 15 dà diritto all’accesso per tutte le serate con posto a sedere riservato. I concerti del 13 e 15 luglio sono a ingresso libero fino a esaurimento posti.

Info: 347.6504664; 080.4553238

Website: www.multiculturita.it – info@multiculturita.it

Prevendite:

Centro Musica, Corso Vittorio Emanuele n. 165/C – Bari
Box Office c/o Feltrinelli Libri e Musica, via melo n. 119 – Bari
Libreria La Sapientia, via Madonna del Pozzo n. 43 – Capurso

Multiculturita Europe Contest: i finalisti della IV edizione.

MULTISITOBANDSVentinove i gruppi partecipanti e tutti d’alto livello. Particolarmente complesso il compito della giuria che ha dovuto procedere nella dolorosa selezione e decretare i due finalisti, così come previsto dal bando di concorso, che prenderanno parte alla finale della IV Edizione del Multiculturita “Europe Contest”, organizzato dall’associazione Multiculturita JS con il coordinamento artistico di Alceste Ayroldi.

La finale, che si terrà mercoledì 15 luglio a Capurso (inizio ore 20.30, giardini comunali, ingresso libero), parla pugliese, perché i due gruppi finalisti sono:

1.     Barn Collective (Fabrizio Savino, chitarra; Mike Rubini, sassofoni; Luca Alemanno, contrabbasso; Francesco Ciniglio, batteria) Puglia;

2.     Stablemates Trio (Onofrio Paciulli, pianoforte; Fabio Lopez, contrabbasso; Antonio Ninni, batteria) Puglia.

Alle selezioni hanno partecipato:
1.         Alea & Quartet – Brindisi
2.         Andrea Lollino Dandy Trio – Bari
3.         Antonio Laviero – Policoro
4.         Barn Collective – Bari
5.         Belem Trio – Marche
6.         BJIA – Taurisano
7.         Carolina Bubbico Trio – Lecce
8.         Daniela Spalletta & Urban Fabula – Sicilia
9.         Daniele Giugno – Milano
10.       Francesco Coppola – Gallipoli
11.       Freak Oil – La Spezia
12.       Giacomo Barbari – Modena
13.       Giuseppe “Pippi” Dimonte – Bologna
14.       Jacopo Mazza Quartet – Biella
15.       MEI – Cocumola
16.       Mike Rubini Extensive 4tet – Terlizzi
17.       Mynah Trio – Cavallino
18.       Neoteny – Torremaggiore
19.       Out Of The Blues – Senigallia
20.       Pietro Lomuscio – Andria
21.       Sara Jane Ceccarelli – Gubbio
22.       Seven Steps – Castellana Grotte
23.       Stablemates Trio – Capurso
24.       The Jaze’s Knights – Puglia
25.       Three Colors – Puglia
26.       Tony & MadBoxes – Monteroni di Lecce
27.       Tritotrio – Roma
28.       Twins – Reggio Emilia
29.       Walter Forestiere – Casamassima

I premi: Euro 1.000,00 per il I° Classificato; euro 500 per il secondo classificato

La giuria sarà composta da:

1.      Michele Laricchia, ideatore del Multiculturita SJF
2.      Alceste Ayroldi, critico musicale (Musica Jazz, editor manager Jazzitalia), docente
3.      Marco Losavio, webmaster Jazzitalia
4.      Antonio Delvecchio, discografico
5.      Ugo Sbisà, giornalista (La Gazzetta del Mezzogiorno), docente
6.      Fabrizio Versienti, giornalista (Corriere del Mezzogiorno, Musica Jazz)
7.      Emanuele Dimundo, direttore artistico (Beat Onto Jazz Festival)
8.      Ignazio De Stena, direttore artistico (Enoteca De Astis, The Empty Space)
9.      Antonello Boezio, musicista e didatta (Music Academy Bari)
10.  Giuseppe Bolognini, musicista e didatta

Alceste Ayroldi
Coordinatore Artistico
Multiculturita Europe Contest
339/2986949