Archivio mensile:giugno 2014

Multiculturita Summer Jazz Festival. XII edizione.

Doctor3_
Dodicesima edizione del Multiculturita SJF dedicato al jazz italiano e, in particolare a quello pugliese. Fiore all’occhiello della kermesse capursese è l’esclusiva regionale del ritorno dei Doctor 3. Inoltre, III edizione del Multiculturita Europe Contest che assegnerà due premi in denaro e anche un contratto per il Basilijazz 2014, con la quale organizzazione il contest capursese ha una partnership. Tutti gli appuntamenti si terranno nella ubertosa location dei giardini comunali, fiore all’occhiello degli arredi urbani di Capurso. E ancora: per il primo anno il Multiculturita sarà presente il 12 luglio al festival de Il Libro Possibile a Polignano a Mare.
Cinque intense serate, dal 14 al 18 luglio, per la XII edizione del Multiculturita Summer Jazz Festival, organizzato dall’associazione Multiculturita JS, con la direzione artistica di Michele Laricchia, con il contributo e il patrocinio del Comune di Capurso e della Regione Puglia e con il supporto promozionale di Jazzitalia.
Nelle precedenti edizioni, la kermesse capursese si è sempre contraddistinta per aver portato in Puglia progetti innovativi ed esclusivi, come: Pat Metheny e Brad Mehldau Quartet, Enrico Rava, Rossana Casale, Danilo Rea, Funkoff, Goodfellas, Nick The Nightfly, Sarah Jane Morris e Montecarlo Orchestra, Tullio De Piscopo, Peppe Servillo, Abraham Inc., Manu Katchè, Bill Evans e Robben Ford, Mina Agossi, Quintorigo, Arturo Sandoval, Marcus Miller, The Manhattan Transfer, Gino Paoli, Stefano Bollani, Stefano Di Battista, Billy Cobham, Ana Maria Jopek, Pino Minafra Minafric, Roy Paci, tra i tantissimi musicisti che vi hanno preso parte.
130317_rosapaeda-7181Dopo la tradizionale anteprima che il 20 giugno ha coinvolto, per la prima volta in assoluto, l’intero Borgo Antico di Capurso, diventando la vetrina ideale per alcuni talenti pugliesi (Rosapaeda nella foto a sinistra), il baricentro del festival si sposta nella fortunata location che dei Giardini Comunali di piazza Matteotti che, a seguito di un restyling completo voluto dall’amministrazione comunale, hanno trovato nuova vita e sono diventati un punto fermo di aggregazione per la popolazione capursese. Tutti i concerti avranno inizio alle ore 21, fatta eccezione per la finalissima del contest che partirà alle 20.30 (16 luglio).
Si inizia lunedì 14 luglio e i Giardini Comunali accoglieranno il nuovissimo progetto del batterista andriese Mimmo Campanale (foto in basso): Acustronica, combo che unisce alcuni dei migliori talenti pugliesi: Serena Brancale (voce), Gaetano Partipilo (sassofono contralto), Mirko Signorile (pianoforte), Luca Alemanno (contrabbasso), oltre allo stesso leader alla batteria.
campanaleUn progetto che mescola in un unico recipiente sonoro afro, jazz e nu-soul, «nato per il piacere di fare buona musica tra amici», come dice lo stesso Campanale, che ha all’attivo collaborazioni con musicisti del calibro di Paolo Fresu, Michele Hendricks, Jeff Berlin, Dave Liebman, Benny Golson, Lucio Dalla, Ron, Dirotta su Cuba, giusto per citarne alcuni. 
Martedì 15 luglio la potente onda groove prosegue con un ensemble che promette fuoco e fiamme: Camera Soul, special guest Daniele Scannapieco. Il gruppo, fondato dai Lombardo Brothers (al secolo Pippo e Piero Lombardo) nel 2011 ha avuto un crescente successo anche internazionale tanto da meritarsi Secondo posto nella UK Soul Chart con una permanenza totale in classifica di tre mesi con l’album Not For Ordinary People. La band annovera: Maria Enrica Lotesoriere (voce), Pippo Lombardo (tastiere), Diosvany Hernandez (tromba), Gianni Binetti (sassofoni), Beppe Sequestro (basso), Fabio Delle Foglie (batteria), Liviana Ferri (percussioni), ospite speciale sarà il sassofonista campano Daniele Scannapieco.
andrea manzoni copertina 1Mercoledì 16 luglio sarà la volta della finalissima del Multiculturita Europe Contest III edizione, con la direzione di Michele Laricchia e il coordinamento artistico di Alceste Ayroldi. Le fasi preliminari del contest hanno visto la partecipazione di ben diciotto gruppi, tutti d’ottimo livello. Questi i due gruppi che disputeranno la finale: Andrea Manzoni Trio,  con Andrea Manzoni, pianoforte (foto in alto); Luca Curcio, contrabbasso; Andrea Beccaro, batteria, provenienti dal Piemonte e i pugliesi Organik 3 (foto in basso), con Alex Milella, chitarra; Donatello D’Attoma, organo Hammond; Lello Patruno, batteria. Al primo classificato andrà un premio in denaro di euro 1.000, oltre alla partecipazione del Basilijazz 2015; il secondo classificato riceverà un premio in denaro di euro 500.
organik3_7La giuria sarà così composta: Filippo Bianchi, presidente della giuria, critico musicale, presidente onorario Europe Jazz Network; Emanuele Dimundo, direttore artistico Beat Onto Jazz Festival; Fabrizio Versienti, giornalista e critico musicale (Corriere del Mezzogiorno, Musica Jazz); Ugo Sbisà, giornalista de La Gazzetta del Mezzogiorno, docente di storia ed estetica della musica jazz; Antonio Delvecchio, produttore discografico Fo(u)r Edition; Giuseppe Venezia e Attilio Troiano, musicisti e direttori artistici Basilijazz; Marco Losavio, publisher Jazzitalia; Francesco Micunco (editor Puglia Jazz, promoter); Michele Laricchia, direttore artistico Multiculturita SJF; Alceste Ayroldi, coordinatore artistico contest, critico musicale, docente.
pannaraleDopo l’esibizione dei due gruppi finalisti (della durata di circa trenta minuti cadauno), nelle more della decisione della giuria, lo stage sarà appannaggio del gruppo vincitore dell’edizione 2013 del Basilijazz Festival, Nicola Pannarale Quartet: Nicola Pannarale, pianoforte (foto in alto), Francesco Lomangino, sax tenore, flauto, Michele Maggi, contrabbasso, Alessandro Campobasso, batteria.
Giovedì 17 luglio, a Capurso si celebra il grande ritorno del piano jazz trio più amato in Italia, Doctor 3: Danilo Rea (pianoforte), Enzo Pietropaoli (contrabbasso), Fabrizio Sferra (batteria). Un grande successo di critica e di pubblico accompagna Doctor 3 sin dall’esordio e per tutti i primi undici anni di vita. I loro dischi ottengono numerosi premi come miglior disco jazz (1998,1999,2001) e il gruppo si esibisce in Italia, dove in poco tempo diventa il beniamino del pubblico jazz e non solo quello degli “addetti ai lavori”, ma anche in Europa, negli USA, in Cina, in Brasile e nel Nord Africa.
Ma come spesso succede,nel 2009, il gruppo si scioglie, un passaggio inevitabile, fisiologico e Doctor 3, pur avendo rappresentato un raro esempio di longevità non sfugge a questa logica. La sosta, comunque,e a loro utile per ritrovare nuovi stimoli e maturare nuove esperienze personali. Nel 2014 Danilo Rea, Enzo Pietropaoli e Fabrizio Sferra, decidono di ritrovarsi per riprendere insieme il viaggio interrotto, con nuove idee, nuovo entusiasmo, unendo il patrimonio di crescita individuale degli anni trascorsi in lontananza.
La XII edizione del Multiculturita Summer Jazz Festival chiuderà i battenti venerdì 18 luglio con il pirotecnico concerto dell’Orchestra Sinfonica della Provincia di Bari che avrà come ospite il noto crooner pugliese Giuseppe Del Re.
Il Multiculturita SJF, per la prima volta, trova spazio anche all’interno della prestigiosa kermesse internazionale Il Libro Possibile che ogni anno si tiene a Polignano a Mare. Il 12 luglio, a cura dell’associazione capursese, saranno presentati due libri: Musica e politica dell’Italia unita di Lorenzo Santoro (edizioni Marsilio) e Attualità della memoria (di Alceste Ayroldi, Filippo Bianchi, Eugenio Colombo, Francesco Martinelli, Antonio Iammarino) con l’intervento Alceste Ayroldi. Introdurrà Vito Prigigallo.
Il biglietto di ingresso è di 15 euro e dà diritto all’accesso per tutte le serate con posto a sedere riservato. Il concerto del 18 luglio è a ingresso libero. 

Info: 347.650.46.64 – 080.455.32.38
info@multiculturita.it

Europe Contest: ecco i due finalisti che si contenderanno il podio la sera del 16 luglio

organik3_7Diciotto i gruppi partecipanti e tutti d’alto livello. Particolarmente complesso il compito della giuria che ha dovuto procedere nella dolorosa selezione e decretare i due finalisti, così come previsto dal bando di concorso, che prenderanno parte alla finale della III Edizione del Multiculturita “Europe Contest”, organizzato dall’associazione Multiculturita J.S. con la direzione artistica di Michele Laricchia e il coordinamento artistico di Alceste Ayroldi.

La finale si terrà mercoledì 16 luglio a Capurso (inizio ore 20.30, giardini comunali, ingresso libero). Ecco i nomi dei due gruppi finalisti:

  1. Andrea Manzoni Trio (Andrea Manzoni, pianoforte; Luca Curcio, contrabbasso;  Andrea Beccaro, batteria) Piemonte;
  2. Organik 3 (Alex Milella, chitarra; Donatello D’Attoma, organo Hammond; Lello Patruno, batteria), Puglia.

andrea manzoni copertina 1I premi: Euro 1.000,00 per il I° Classificato, oltre la partecipazione all’edizione 2015 del Basilijazz, rassegna partner del contest; euro 500,00 per il secondo classificato.
La giuria sarà composta da: Filippo Bianchi, presidente della giuria, presidente onorario Europe Jazz Network, saggista; Michele Laricchia, direttore artistico Multiculturita SJF; Alceste Ayroldi, coordinatore artistico contest, critico musicale, docente; Fabrizio Versienti, giornalista e critico musicale (Corriere del Mezzogiorno, Musica Jazz); Ugo Sbisà, giornalista de La Gazzetta del Mezzogiorno, docente di storia ed estetica della musica jazz; Marco Losavio, publisher Jazzitalia; Giuseppe Venezia, musicista e direttore artistico Basilijazz; Attilio Troiano, musicista e direttore artistico Basilijazz; Emanuele Dimundo, musicista e direttore artistico Beat Onto Jazz; Antonio Delvecchio, produttore ed editore discografico; Francesco Micunco, editor Pugliajazz, promoter.

Jazz nel Borgo Antico. Nuova veste per l’anteprima del MSJF.

MANIFESTI ANTEPRIMA 2014 -1

La tradizionale anteprima del Multiculturita Summer Jazz Festival, organizzato dall’Associazione Multiculturita JS, con la direzione di Michele Laricchia, con il contributo e il patrocinio del Comune di Capurso e della Regione Puglia e con il supporto promozionale di Jazzitalia, nell’edizione 2014 indossa abiti nuovi invadendo venerdì 20 giugno il centro storico di Capurso in ogni suo anfratto.

Le principali novità riguardano la location che, rispetto agli anni precedenti, occupa ben quattro differenti punti dell’affascinante centro storico capursese, di qui la denominazione dell’evento: Jazz nel Borgo Antico. Una manifestazione che abbina alla musica anche la degustazione di prodotti tipici capursesi, che avrà luogo a partire dalle 20.30 in via Sant’Antonio e la mostra fotografica “Il centro…nel centro” a cura di Giuseppe Tangorra (sue le foto dei 4 manifesti di presentazione).
Quattro siti differenti per altrettanti concerti, tutti coinvolgenti e di qualità e, come è costume del Multiculturita, un’ampia vetrina dedicata ai gruppi pugliesi.

MANIFESTI ANTEPRIMA 2014 - 4

Si inizia alle 20 in piazza Umberto I con la Banda di Capurso diretta dal M° Michele Gilli e, per l’occasione annovera gli ospiti: Nicolò Pantaleo, Massimo Pontrandolfo, Antonio Cicerone, Vito Mitoli. Saranno eseguite musiche di George Gershwin, Ennio Morricone, Giacomo Puccini, Nicola Piovani.

Alle 21 la scena si sposta in via Pappacoda per la presentazione in anteprima del progetto Distanze con Vito Ottolino (chitarre), Francesco Angiuli (contrabbasso), Cesare Pastanella (percussioni). Il repertorio è formato interamente da composizioni originali di Ottolino: brani dalle solide architetture compositive che lasciano comunque spazio ad ampie escursioni improvvisative, con sonorità prevalentemente acustiche affidate al lirismo della chitarra (classica ed acustica) e del contrabbasso di Angiuli. Il lavoro del duo è arricchito da Cesare Pastanella, eclettico percussionista, che sostiene i momenti più incalzanti  con robuste ritmiche world-music e sottolinea con sensibilità cameristica i brani più lirici.

MANIFESTI ANTEPRIMA 2014-2Cambio di sede alle 21.30 in piazza Sant’Antonio lo spazio sarà occupato da quattro giovani promesse del jazz nostrano: gli Acutic Trip, alias Francesco Scazzeri alla chitarra, Gianluca Lattanzio al basso, Gianni Ladisa ai sassofoni e Giuseppe Santorsola alla batteria.

Alle 22.30 in piazza Gramsci si chiude il quadrilatero musicale con un’altra anteprima assoluta, quella del ritorno in scena di Rosapaeda che darà l’avvio all’Inna Different Stylee Tour. La celebre vocalist sarà accompagnata da Eddi Romano alle tastiere e fisarmonica, Stefano Valenzano al basso, Guido Vincenti alla batteria, Carlo Gioia ai sassofoni, Pietro Gioia alla tromba, Donatello Pentassuglia alle percussioni  e Amedeo Vox sound engineer.
MANIFESTI ANTEPRIMA 2014 - 4Rosapaeda è considerata oggi una delle più belle voci  tra le interpreti italiane. La sua carriera inizia negli anni Ottanta con l’audace progetto dei Different Stylee (prima formazione reggae italiana) che contiene già il germe della contaminazione e mostra la sua forte attenzione per le radici della nostra musica popolare. Ma è “In forma di rosa” nel 2001 l’abum che segna il passaggio determinante del suo stile musicale. Album ricco di contaminazioni etniche che si mescolano alle sonorità più nuove. Dopo un periodo di pausa e riflessione creativa, durante il quale è continuata l’attività concertistica all’estero, Rosapaeda si ripresenta sulla scena discografica con il cd “Mater Heart Folk” (prodotto dalla Felmay) album che segna la sua piena maturazione artistica. Il 2014 segnerà una autentica svolta artistica di Rosapaeda, è infatti in lavorazione il suo nuovo album in uscita a settembre “Rosapaeda Inna Different Stylee”.  L’artista infatti in questo nuovo lavoro mette insieme la sua grande esperienza del periodo reggae alla ricchezza delle contaminazioni di stili e di luoghi.
Tutti gli eventi di Jazz nel Borgo Antico sono  aperti al pubblico.
Il Multiculturita Summer Jazz Festival entrerà nel vivo dal 14 al 19 luglio.

Info: 347.650.46.64 – 080.455.32.38
info@multiculturita.it


Il Responsabile della Comunicazione

Alceste Ayroldi

Multiculturita Europe Contest 2014. Ecco i gruppi partecipanti.

Alessandro Campobasso Quartet –
Vincitori edizione 2013 (ph Carmine Picardi)

Entra nel vivo la III edizione del Multiculturita Europe Contest, con la direzione artistica di Michele Laricchia e il coordinamento artistico di Alceste Ayroldi. Al termine previsto del 24 maggio, hanno presentato domanda di partecipazione al concorso diciotto tra gruppi e solisti. Ora spetterà alla commissione-giuria, così come previsto nel bando, l’arduo compito di stabilire i due finalisti. I premi in palio sono: euro 1.000 al primo classificato, oltre la partecipazione all’edizione 2015 del Basilijazz, rassegna partner del contest; euro 500 al secondo classificato.
I nomi dei due finalisti saranno resi noti entro il 24 giugno 2014. La serata finale si terrà giovedì 16 luglio a Capurso. Ecco l’elenco dei partecipanti all’edizione 2014 del Multiculturita Europe Contest:

SJC (Gubbio, PG): Sara Jane Ceccarelli (voce), Paolo Ceccarelli (chitarra), Adriano Matcovich (basso), Gabriele Gagliarini (percussioni), Laura Sciocchetti (cori)

AlfaOmega Jazz Duo (Trieste): Daniele Raimondi (tromba, flicorno, effetti), Emanuele Grafitti (chitarre, effetti)

Trabucco-D’Onofrio Duo (Silvi Marina, TE): Manuel Trabucco (sax), Fabio D’Onofrio (pianoforte)

Kuku (Livorno): Martino Rappelli (chitarra), Sara Montagni (voce e flauto), Tommaso Rosati (live electronics)

Matrix Quartet (Scanzano Jonico, MT): Antonio Laviero (pianoforte e tastiere), Giulio Medici (chitarra), Nunzio Maria Laviero (basso elettrico e sax), Nico Grimaldi (batteria)

Mike Rubini Extensive Quartet (Terlizzi, BA): Mike Rubini (sax contralto), Marino Cordasco (pianoforte), Pasquale Gadaleta (contrabbasso), Gianlivio Liberti (batteria)

Giulia Facco Quintet (Padova): Giulia Facco (pianoforte), Kenny Jeanney (sassofoni, flauto), Davide Tardozzi (chitarra), Riccardo Di Vinci (contrabbasso), Enrico Smiderle (batteria)

Organik 3 (Conversano, BA): Donatello D’Attoma (organo Hammond), Alex Milella (chitarra), Lello Patruno (batteria)

Modern Strangers (Stornara, FG): Pietro Gallo (pianoforte, tastiere), Franco Grillo (sassofoni, composizioni), Iury Perchinunno (basso), Antonio Cicoria  (batteria), Erica Olivieri (voce)

Teodoro Franco (Canosa di Puglia, BAT), chitarra e voce

Teo’s Band  (Canosa di Puglia, BAT): Katia Cozzoli (voce), Diletta Spinazzola (voce), Teodoro Franco (chitarra, voce)

Andrea Manzoni Trio (Cossato, BI): Andrea Manzoni (pianoforte), Luca Curcio (contrabbasso), Andrea Beccaro (batteria)

Antonella Chionna Quartet (Martina Franca, TA): Antonella Chionna (voce), Alessandro Leo (sassofoni), Antonio Palazzo (pianoforte), Camillo Pace (contrabbasso)

Mario Nappi Trio (Napoli): Mario Nappi (pianoforte), Corrado Cirillo (contrabbasso), Luca Mignano (batteria)

Lidian Locrian (Cellamare, BA): Piero Arcieri (chitarra), Lino Marino (ewi), Onofrio Lorusso (basso), Nico Curatelli (batteria), Giovanni Lattanzio (percussioni)

Step Out (Cellamare, BA): Pino Giannelli (sassofoni), Nicola Tariello (tromba), Michele Campobasso (pianoforte), Pierpaolo Giandomenico (basso), Lello Patruno (batteria)

Onofrio Paciulli (Bari): pianoforte

New Flesh Project (Trani, BAT): Pasquale Buongiovanni (chitarra), Pietro Rosato (sassofoni), Daniele Bove (synth), Michele Ciccimarra (batteria)

CECCARELLI trabucco 1 RUBINI organik3_7 MODERN STRANGERS GIULIA FACCO Foto trio0174 01_chionna andrea manzoni copertina 1 d'onofrio 2